Riconoscimento a Paolo Giovannini, Pastore della Chiesa Evangelica Bethel di Cosenza
Riconoscimento a Paolo Giovannini, Pastore della Chiesa Evangelica Bethel di Cosenza
A Paolo Giovannini, Pastore della Chiesa Evangelica Bethel di Cosenza, lunedì 30 ottobre un riconoscimento della Commissione Cultura del Comune in una cerimonia a Palazzo dei Bruzi
Un vero e proprio “abbraccio della città” a Paolo Giovannini, Pastore della Chiesa Evangelica Bethel di Cosenza, per gli oltre 57 anni di presenza sul territorio. L’evento è promosso per lunedì 30 ottobre, alle ore 17,30, dalla Commissione cultura e rapporti con il culto di Palazzo dei Bruzi, presieduta dal consigliere comunale Mimmo Frammartino.
La cerimonia, nel corso della quale al Pastore Paolo Giovannini sarà consegnato un riconoscimento per l’impegno profuso in tutti questi anni di permanenza nella città di Cosenza, sarà aperta dai saluti del Sindaco Franz Caruso e del Presidente del Consiglio comunale Giuseppe Mazzuca. Prevista, inoltre, la presenza del Presidente della Federazione Italiana Chiese Pentecostali Past, Alfredo Giannini, del Preside della Facoltà di Teologia Pentecostale, Carmine Napolitano, del Past Marco Ielo, per la Comunione delle Chiese evangeliche calabrese e del Past Stefano Guglielmo, per la Chiesa Bethel di Cosenza. Ministro di culto da oltre 60 anni, il Pastore Paolo Giovannini ha speso gran parte del suo impegno proprio a Cosenza, scegliendo di lasciare Roma, sua città natale, per fondare nella città dei Bruzi una missione evangelica.

L’ARRIVO A COSENZA

Al calore accomodante della sua Chiesa a Roma, Paolo Giovannini preferì, per assecondare la sua missione, una città piccola, lontano da casa e non abituata alle diversità di fede e religione. Negli anni la città di Cosenza lo ricorderà per la Tenda Bethel, montata a Piazza Amendola, nel quartiere della Riforma, a Via Panebianco ed in più punti della città, dove predicava instancabilmente la Buona Notizia che “Gesù salva, libera e guarisce” e dove molte persone hanno trovato la forza di cambiare la propria vita e convertirsi ad un Vangelo vivo. Ed è stato sempre il Pastore Giovannini ad aprire la prima emittente religiosa in città, “Radio Bethel”, con ascolti importanti, soprattutto nella fascia serale e notturna, per lenire il disagio della solitudine.
Giovannini ha contribuito molto alla diffusione de “Il Corriere della Fede”, uno dei primi mensili religiosi che ebbe una sede a Cosenza. Da consulente spirituale nella casa circondariale della città, Paolo Giovannini ha svolto un’altra significativa attività volta a portare conforto a detenuti ed ex detenuti in difficoltà. Al suo impegno, in collaborazione con il Comune di Cosenza, e l’Amicib, l’Ente di cui il Pastore Giovannini è Presidente, si deve la costruzione della più grande Chiesa evangelica in Calabria e tra le più grandi in Italia, dove sono attive aule di formazione, scuole bibliche per adulti, giovani e bambini, centri di aggregazione giovanile e la mensa “Ristorando”.
Quest’ultima attivata con l’obiettivo di correre in aiuto dei cosiddetti “nuovi poveri”, singoli o famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese e che versano in situazioni di difficoltà temporanea, con la finalità di promuoverne il reinserimento sociale. La cerimonia del conferimento del riconoscimento a Paolo Giovannini sarà trasmessa in diretta streaming sul canale You Tube della Chiesa Bethel di Cosenza.