Sanremo, pagellone prima serata

Il pagellone della prima serata della settantatreesima edizione del Festival di Sanremo con i voti di tutti i cantanti che si sono esibiti.

  • ANNA OXA 5,5Sali (Canto dell’anima)” – Teatrale e darkettona, non il brano migliore della sua carriera
  • GIANMARIA 6,5Mostro” – Occhio che il ragazzo è pronto a spiccare il volo
  • MR. RAIN 5Supereroi” – Povieggiante, ruffiano e inconsistente
  • MARCO MENGONI 7Due vite” – Vincitore annunciato, una canzone avvincente ma fin troppo classica
  • ARIETE 7Mare di guai” – Calcutta e Dardust in cabina di pilotaggio. La canzone è banalotta ma ben confezionata
  • ULTIMO 6Alba” – Brano che arriva direttamente dai Sanremo degli anni ’90, quelli in cui trionfavano i Jalisse per capirci
  • COMA_COSE 6,5L’addio” – Bravi e intensi, ma il brano è senza scintille malgrado il bacetto finale
  • POOH (fuori concorso) S.V. – staccare la spina è dura. Eutanasia musicale
  • ELODIE 5Due” – Il brano non rende merito alle sue doti. Direi che è meglio non aggiungere altro
  • LEO GASSMANN 6Terzo cuore” – Brano orecchiabile e radiofonico. Entra in testa e vola via veloce, manco fosse una canzone dei Pinguini Tattici Nucleari.
  • I CUGINI DI CAMPAGNA 4Lettera 22” – Perché?
  • GIANLUCA GRIGNANI 5,5Quando ti manca il fiato” – La canzone ha un suo perché. La pecca è che live manca il fiato anche al canto
  • OLLY 6Polvere” – Cassa a 4 e pedalare. Come se nn ci fosse un domani. Troppo semplice per lasciare un segno
  • COLLA ZIO 6Non mi va” – Che piaccia o no, il brano resta in testa e in radio passerà…anche nostro malgrado
  • MARA SATTEI 6,5Duemilaminuti” – Ballad intensa. Fra classico e moderno ma con gusto