Aron non ce l'ha fatta, il pitbull bruciato dal padrone “ha lottato fino alla fine”
Aron non ce l'ha fatta, il pitbull bruciato dal padrone “ha lottato fino alla fine”

“Aron non c’è più. Ha lottato tra la vita e la morte fino all’ultimo”… Il pitbull maltrattato dal padrone a Palermo non ce l’ha fatta. 

Il Pitbull Aron purtroppo non è sopravvissuto alle terribili ferite dopo essere stato dato alle fiamme dal suo stesso proprietario in una piazza di Palermo alcuni giorni fa provocandogli ustioni su oltre l’80% del corpo. A dare la terribile notizia della morte del cane Aron è la Lav, l’associazione animalista che negli ultimi giorni aveva preso in carico l’animale. Il cane è deceduto oggi nella clinica veterinaria palermitana che lo aveva preso in cura dopo le violenze di martedì scorso.

Aron non ce l'ha fatta, il pitbull bruciato dal padrone “ha lottato fino alla fine”
Aron non ce l’ha fatta, il pitbull bruciato dal padrone “ha lottato fino alla fine”

“Aron si è spento senza soffrire grazie alle cure analgesiche a cui era sottoposto. Noi di LAV siamo rimasti con lui fino alla fine e ora continuiamo a chiedere a gran voce che il suo assassino risponda delle sue azioni” aggiungono dall’associazione animalista.

Il Pitbull era stato legato con una catena ad un palo e dato alle fiamme dal suo stesso proprietario, un 46enne senza fissa dimora, nei pressi del Giardino Inglese del capoluogo siciliano, su un marciapiede in via delle Croci a Palermo.

La procura del capoluogo siciliano ha iscritto il proprietario nel registro degli indagati con l’accusa di maltrattamento animali. Il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla, ha fatto sapere che il Comune è “pronto a costituirsi parte civile in questa drammatica vicenda”. 

Buon ponte, Aron!