Con la presentazione del libro di Stefano Rossano “Praedicate Evangelium”, edito da “Valore Italiano”, riprende, giovedì prossimo 23 novembre, al Museo dei Brettii e degli Enotri, l’iniziativa “Dialoghi al Museo”, promossa dall’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Franz Caruso e che rientra nel novero del percorso avviato dall’Amministrazione comunale e dal consigliere Francesco Turco, delegato del Sindaco Franz Caruso ai rapporti con le comunità religiose, per favorire e valorizzare il dialogo tra le diverse realtà che operano sul territorio, con particolare riferimento alla necessità di salvaguardare le diversità, anche di carattere religioso.

La presentazione del libro, prevista alle ore 17,00 di giovedì 23 novembre, sarà aperta dai saluti istituzionali del Sindaco Franz Caruso e del consigliere Francesco Turco, delegato del Sindaco ai rapporti con le comunità religiose. Presente l’autore, l’incontro, coordinato da Antonietta Cozza, consigliera delegata del Sindaco alla Cultura, sarà arricchito dagli interventi del teologo Fabio Mandato e da Peppino De Rose,  Vice Presidente della Fondazione “Raffaele Baldassarre”. Il libro “Praedicate Evangelium” di Stefano Rossano, bibliografo presso la biblioteca del Pontificio Istituto Orientale, ha il grande merito di essere tra le prime presentazioni complete della nuova costituzione apostolica, la “Praedicate evangelium” con la quale Papa Francesco ha decretato la riforma della Curia romana.

“La riforma delle istituzioni curiali – si legge nelle note del libro di Stefano Rossano – non solo dal punto di vista organizzativo ed amministrativo, ha come riferimento l’evangelizzazione e la conversione missionaria, sottolineando il legame con il valore spirituale, e una dinamica di rigenerazione interiore: «La riforma non è fine a sé stessa, ma un mezzo per dare una forte testimonianza cristiana; per favorire una più efficace evangelizzazione; per promuovere un più fecondo spirito ecumenico; per incoraggiare un dialogo più costruttivo con tutti» (Praedicate evangelium, Preambolo, numero 12). La prefazione al volume è del cardinale  Francesco Coccopalmerio,  Prefetto emerito del Dicastero per i Testi Legislativi.