ATP Miami

Svanisce la possibilità di assistere ad un altro derby italiano all’Atp di Miami. Matteo Arnaldi, primo dei tre azzurri qualificati agli ottavi di finale, perde in due set dal ceco Tomas Machac. Match a senso unico, dominato dal numero 60 del ranking che ha già fatto vittime illustri in Florida: Rublev e Murray. Finisce con un doppio 6-3 in poco meno di un’ora e mezza.

Sarà lui così a fronteggiare nei quarti di finale Jannik Sinner. Sul Grandstand il tirolese e Chris O’Connell scendono in campo alle 20:10 italiane. L’unico precedente è a favore dell’australiano e risale all’Atp 250 di Atlanta del 2021. Il trionfatore dell’ultimo Australian Open parte in sordina. Va sotto 2-4 nel primo set ma rimonta chiudendo 6-4. In scioltezza invece il secondo set, vinto 6-3. Durata totale dell’incontro: un’ora e 51 minuti. Sinner ai quarti del Masters di Miami per il quarto anno di fila.

Il clou di giornata arriva in seconda serata, sempre tenendo fede al fuso orario di Roma. Sfida numero 5 tra Carlos Alcaraz e Lorenzo Musetti. Il tennista di Carrara cede il servizio al primo gioco e non riesce più a recuperare. La testa di serie numero uno del torneo sfrutta il secondo set point a disposizione e chiude il parziale 6-3 in 38 minuti. Stesso punteggio anche nel 2° set, caratterizzato da tre break in serie, due dello spagnolo e uno dell’italiano. Alcaraz ai quarti contro il vincente di Hurkacz-Dimitrov, Musetti fuori con onore.

Entra nel nuovo canale Whatsapp de Il Dot