Pagelle Bari-Cosenza

MICAI 6 Il portiere del Cosenza porta a casa il suo secondo clean-sheet consecutivo. Nel primo tempo compie un intervento decisivo di piede. Molto attento davanti al suo ex pubblico che gli tributa applausi. Solido

VENTURI 6 Sbaglia un passaggio in uscita consegnando un pericoloso contropiede ai galletti. Ma è l’unica incertezza di una gara giocata con grande concentrazione. Attento

MERONI 6 Prova positiva e senza sbavature. Concede poco o nulla agli spuntati attacchi avversari. Ordinato

FONTANAROSA 6 Dal suo lato della difesa a tre, in cui comunque dimostra di stare a suo agio, si soffre un po’ di più. Qualche leggerezza nei disimpegni in uscita giustificabile con la scarsa esperienza. Incoraggiante

RISPOLI 6 Niente di eccezionale. Si limita a difendere con ordine sfruttando la sua grande esperienza. Ordinaria amministrazione

FLORENZI 5,5 Inizia benissimo entrando a suo piacimento nelle linee difensive pugliesi. Si spegne troppo presto e viene giustamente sostituito. Discontinuo

PRASZELIK 6 Mezzo voto in meno per l’espulsione che comunque spezza un attacco pericoloso nei minuti di recupero. Dovrebbe mostrare maggiore personalità. Il suo percorso di crescita è innegabile. Volitivo

ZUCCON 6 Ha solo compiti difensivi che svolge con abnegazione e generosità. Troppo timido nella fase offensiva. Prezioso

MARTINO 5,5 Partita come sempre eccellente dal punto di vista agonistico. Molte volte fa in confusione ma ripara con la sua immancabile “garra”. Confusionario 

MAZZOCCHI 7 Il migliore in campo del Cosenza. Solo per questione di centimetri, in tre occasioni, non riesce a segnare il gol che avrebbe indubbiamente meritato. Preziosissimo anche nei ripiegamenti difensivi. Gli manca solo il gol

TUTINO 6 Solita generosità. Fa ammonire due giocatori del Bari. Fa tanto lavoro lontano dalla porta e quando dovrebbe incidere perde lucidità. Esce stremato. Tanto lavoro sporco

DALLA PANCHINA DEL COSENZA

VOCA 6 Con il suo ingresso maggiore concretezza ed equilibrio nella fase topica del match. Equilibratore

CIMINO 6 Entra bene in campo con personalità mettendo un paio di cross interessanti. Positivo

CALO’ 6,5 Il suo ingresso aumenta la qualità delle giocate ed il tasso tecnico. Come sempre pericolosissimi i suoi calci piazzati. Insostituibile

SGARBI S.V. Piedi non eccelsi ma mette la giusta grinta. 

CRESPI S.V.

All. CASERTA 6 Il suo Cosenza ultra-offensivo è un lontano ricordo. La strada intrapresa in un momento di difficoltà generale è quella della concretezza. La mancanza di autostima generale dettata dalle ultime sconfitte non consente di avere il giusto coraggio (mostrato solo ad inizio ripresa) per portare a casa tre punti che, visto anche il momento delicato del Bari, erano alla portata dei rossoblù. Sul finale trionfa la paura di perdere. Ora dopo due pareggi dettati da un rinnovato equilibrio di squadra, serve una vittoria per non vanificare i piccoli passi in avanti fatti dopo le tre sconfitte consecutive. Giusti i cambi e le letture in corsa. Un altro piccolo passo in avanti