Benevento – Cosenza disputata allo stadio “Ciro Vigorito” è stata gara valevole per la giornata del campionato di serie BKT.

La squadra di mister Caserta costruita per tentare il ritorno in serie A. Quella di Zaffaroni per stupire e cercare l’ennesimo miracolo. La compagine giallorossa di casa con la rosa al completo e con l’imbarazzo delle scelte. La truppa bruzia senza mezzo centrocampo titolare viste le defezioni di Boultam e Palmiero che non sono partiti per il Sannio.

Vince il Benevento che ha fatto prevalere sul campo la maggiore esperienza e il migliore tasso tecnico. Barba nel primo tempo, il solito Lapadula e Tello nella ripresa, firmano un successo che proietta i padroni di casa nei piani altissimi della classifica.

benevento - cosenza (foto dal web)

BENEVENTO – COSENZA, CRONACA  DEL MATCH

Partono forte gli uomini di Caserta che provano a schiacciare il Cosenza nella propria metà campo. Il 3-5-2 della squadra silana sembra reggere l’urto senza grossi affanni, provando a pungere in contropiede. Dopo venti minuti nessuna palla goal degna di nota da entrambe le parti. Il portiere della compagine sannita Paleari è costretto a uscire per uno scontro di gioco fortuito con Gori. Al suo posto entra Manfredini. Vigorito sale sugli scudi su una conclusione di Sau, ma nulla può sul calcio d’angolo successivo dove Barba al minuto 33 appoggia in rete da due passi, portando il Benevento in vantaggio. Finisce così la prima frazione di gioco senza altri sussulti, con la compagine rossoblù che reclama un rigore non concesso dall’arbitro.

Nella ripresa Caso si accende subito e dopo un minuto sfiora la rete del pareggio. Ma sono le “streghe” a trovare al minuto 56 il gol del raddoppio con Lapadula, su corta respinta di Vigorito. Entrano Eyango e Anderson al posto di Vallocchia e Gerbo. Zaffaroni prova il tutto per tutto per riequilibrare un match che sembra già compromesso. Il Cosenza sembra più propositivo ma non riesce a sfondare dalle parti di Manfredini. Entrano anche Millico, Pandolfi e Bittante, Tello, Vokic e Acampora. Anderson non sfrutta una ghiotta opportunità per accorciare le distanze calciando fiaccamente. Chiude la partita per il Benevento Tello, su assist perfetto di Lapadula.

IL TABELLINO DEL MATCH

BENEVENTO: Paleari (23′ Manfredini), Letizia, Glik, Barba, Foulon; Calò, Viviani (77′ Acampora); Brignola (72′ Vokic), Sau (72′ Tello), Ionita; Lapadula. A disposizione: Muraca, Basit, Vogliacco, Insigne, Di Serio, Moncini, Masciangelo, Talia. All. Caserta.

COSENZA: Vigorito; Tiritiello, Rigione, Pirrello; Situm (81′ Bittante), Carraro, Gerbo (59′ Eyango), Vallocchia (59′ Anderson), Sy; Gori (72′ Pandolfi), Caso (72′ Millico). A disposizione: Saracco, Matosevic, Corsi, Kristoffersen, Venturi, Minelli, Florenzi. All. Zaffaroni.

ARBITRO: Ghersini di Genova (Sechi – Macaddino). IV UFFICIALE: Perri di Roma 1. VAR: Camplone di Pescara. AVAR: Ranghetti di Chiari.

MARCATORI: 33′ Barba, 56′ Lapadula, 86′ Tello.

NOTE: Cielo variabile, temperatura di 22°C. Terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori presenti 3930, di cui 698 ospiti. Ammoniti: 78′ Calò (B), 88′ Pandolfi (C). Angoli: 4-5 (pt 3-1). Recupero: 5′ + 1′ pt; 5′ st.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here