Calopezzati, Amodeo (IdM) Su servizi e stagione estiva amministrazione inefficiente
La nota a firma di Mario Amodeo, Commissario Cittadino IDM Calopezzati e consigliere comunale
Ormai a luglio inoltrato mi trovo costretto ad intervenire sulla stampa per dare voce ai cittadini calopezzatesi ed ai tanti turisti che si lamentano quotidianamente dei disservizi purtroppo presenti nel nostro comune.
Nello specifico si rileva che per il secondo anno consecutivo la spiaggia versa in condizioni impresentabili poiché neanche quest’anno l’Amministrazione comunale ha ritenuto opportuno intervenire sull’arenile con mezzi meccanici (unica e sola amministrazione del territorio).
Non solo. Vi è una zona particolarmente colpita dall’erosione costiera in cui molti cittadini non riescono ad accedere alla spiaggia e servirebbe davvero poco per realizzare una scaletta, anche in legno, che costituirebbe una soluzione temporanea ma comunque efficace. Inoltre ormai da due anni non si effettuano sul territorio interventi di disinfestazione e derattizzazione.
Purtroppo abbiamo dovuto attendere fino al 12 luglio per leggere il peggior programma estivo di sempre: nove iniziative nell’intera stagione estiva caratterizzata dall’evento più importante, ovvero il concerto di un neomelodico napoletano… il che e’ tutto dire…Se un turista vuole sentire una tarantella può sempre andare a Pietrapaola, dove solo nel mese di luglio vi sono in programma 12 iniziative e tra queste, per due giorni di fila, il 22 ed il 23 luglio il “Tarantella Festival”.
Inutile ribadire le critiche presenti per lo Scout Speed, il sistema dinamico per il rilevamento della velocità che però purtroppo non serve ad evitare gli incidenti che pure ci sono (lo scorso anno ben due nella stagione estiva mentre quest’anno pochi giorni fa un altro…) e nel mentre ci sono turisti che sui social ricordano che grazie a questo sistema non verranno più in vacanza da noi.
A questa sostanziale incapacità di programmare una buona stagione estiva per i turisti e per i cittadini calopezzatesi si uniscono due gravissime lacune: l’incapacità di ascoltare proposte e consigli utili e, soprattutto, l’incapacità di rispettare il libero pensiero poiché non è possibile dissentire dal “pensiero unico” dell’Amministrazione comunale che ormai è esperta in salute pubblica, ambiente, legalità, ecc ecc .
Praticamente dei “tuttologi” che però – questo dicono i turisti ormai pubblicamente sui social – concorrono ormai da due anni a far regredire il nostro Comune“.