Pagelle Cosenza - Lecce

Matosevic 7,5 Ritrova la maglia da titolare. Ha il merito di tenere in vita il Cosenza con una super parata su rigore. Decisivo

Hristov 5,5 Il fallo da rigore è una follia. Primo tempo molle. Migliora nella ripresa. Ingenuo

Camporese 6,5 Cresce alla distanza, giocando con grinta ed attenzione. Leader

Vaisanen 6 Soffre Strefezza che lo fa palpitare nel primo tempo. Nel clima di battaglia della ripresa si esalta anche lui. Lottatore

Di Pardo 6 Generosa la sua prova. Ingenuo sul fallo dal quale nasce il pareggio finale. Tanta corsa

Florenzi 6,5 Esce per crampi. Soffre nel primo tempo anche a causa della pessima prova dei suoi compagni di reparto. Nei secondi 45 minuti sale in cattedra. Giovane veterano

Carraro 4,5 Non regge né fisicamente né mentalmente l’importanza del match. Non pressa e sbaglia passaggi elementari. Sostituito giustamente. Delusione

Voca 4,5 Semplicemente disastroso. Sbaglia appoggi, non vince mai un contrasto. Sostituito nell’intervallo. Disastro totale

Liotti 6,5 Si limita alla fase difensiva e lo fa quasi sempre bene dando tutto. Cuore e muscoli

Millico 7,5 Assistman sul primo gol del El Bati e stupendo gol del momentaneo due a uno. Giocatore ritrovato. Brillante

Larrivey 7 Una palla un gol. Cresce la sua condizione. Ha il merito di essere letale. Serve la sua esperienza. Serial killer

DALLA PANCHINA

Palmiero 6,5 Da un suo lancio nasce il secondo gol. Si piazza davanti alla difesa e si fa vedere e sentire. Capitano

Vallocchia 7 Ritrova il campo dopo tante partite in panchina ma dimostra di avere la garra giusta e di meritare maggiore considerazione. Cuore e muscoli

Laura 6 Ha sui piedi la palla del 3 a 1 ma il suo tiro va fuori di un nulla. Non riesce mai ad essere innestato come sarebbe stato necessario. Pigro

Gerbo 5,5 Entra in campo ma non con un grandissimo approccio. Distratto

Sy s.v.

ALL. Bisoli 6.5 Nel primo tempo la sua squadra è molle e senza grinta nonostante i proclami iniziali. Ha il merito di non arrendersi e l’episodio del rigore sbagliato dà la spinta alla squadra che reagisce con un gran finale di tempo. Dopo l’intervallo rientra in campo un altro Cosenza, anche perché il cambio della coppia centrale Voca-Carraro si rivela decisivo. I suoi giocatori hanno dato tutto. Peccato per la beffa finale, la seconda dopo Crotone nella gestione Bisoli. Bava alla bocca