La Curva Nord Cosenza in occasione di Cosenza - Venezia (foto Farina)
La Curva Nord Cosenza in occasione di Cosenza - Venezia (foto Farina)

Si potrebbe parlare per ore nell’analizzare dal punto di vista tecnico e tattico la sfida tra Cosenza e Venezia. Si potrebbe discutere sulle scelte del mister, ma quel che è certo è che la squadra, nel complesso, ha dato tutto quel che aveva per raggiungere il pari.

Viali è consapevole di ciò, e non si fatica ad immaginare che la scelta di non salutare il pubblico (presente in massa) sui gradoni del “Marulla”, sia dettata dalla volontà di voler compattare il gruppo squadra verso l’obiettivo salvezza.

La squadra al centro del campo dopo il triplice fischio di Cosenza - Venezia (foto Farina)
La squadra al centro del campo dopo il triplice fischio di Cosenza – Venezia (foto Farina)

Allo stesso tempo il gesto non è passato inosservato, le polemiche scaturite sono molte e di certo non fanno il bene della squadra.

Si è passato molto tempo nel dire, quando i tifosi hanno disertato lo stadio per protesta, quanto la loro presenza fosse importante. I fischi (che tra l’altro non sono partiti dai gruppi organizzati), per quanto possano sembrare ingenerosi, fanno parte del pacchetto e vanno rispettati. Il Cosenza è una squadra che ha le qualità per centrare la salvezza, ma anche evidenti limiti (soprattutto in fase offensiva) e non può prescindere dalla spinta dei suoi supporters per centrare il comune obiettivo.