Fabio Pecchia (foto Francesco Farina)
Fabio Pecchia (foto Francesco Farina)

Il tecnico del Parma, Fabio Pecchia, ha commentato in sala stampa il match del “Marulla” contro il Cosenza terminato 0-0.

“Oggi abbiamo dimostrato una grande forza, un gruppo forte di cui sono orgoglioso perché oggi c’è è stata una prestazione straordinaria. Non ci siamo snaturati, abbiamo fatto la partita che dovevamo fare da un punto di vista tecnico e tattico. Forse dovevamo sfruttare di più il palleggio rasoterra nel primo tempo. Nel secondo tempo, poi, ci abbiamo messo di più a prendere campo. Ma si vedeva quanto la squadra volesse giocare. Credo, tuttavia, che si possa fare di più dal punto di vista tecnico. Ma complessivamente non ci sono state delle lacune.

Fabio Pecchia (foto Francesco Farina)
Fabio Pecchia (foto Francesco Farina)

Dispiace per i 150 tifosi arrivati perché volevamo festeggiare insieme a loro. La squadra quando c’era da soffrire era lì, quando siamo andati nella metà campo avversaria lo abbiamo fatto con fiducia e palleggio. Ci siamo difesi bene e con ordine, anche Sohm è un buon terzino sinistro. Squadra forte nell’animo e più forte di ogni situazione, più forte di tutto”.

L’ESPULSIONE: “Fa rabbia perché è una partita che volevamo giocare in un altro modo. E tutto questo non è stato possibile. Dispiace anche perché ho trovato un ragazzo, Hainaut, che va recuperato dal punto di vista psicologico perché dopo 6 minuti si è trovato negli spogliatoi”.

LE AVVERSARIE: “Chi insegue? Interessa poco, noi abbiamo dato dimostrazione di forza e compattezza, quello che succede dietro è uno spreco di energie, perché oggi è la dimostrazione delle difficoltà del campionato. Oggi mettiamo un mattoncino in più nella costruzione di un gruppo forte”.

SULL’AVVERSARIO: “Il Cosenza è una squadra fastidiosa, al di là del momento in cui si trova. E’ una squadra che soprattutto in casa è in grado di creare problemi a tutti e che nella prima parte di stagione ha fatto anche cose bellissime. Quindi il momento attuale non condiziona assolutamente il giudizio, anche perché oggi ha anche fatto una buona partita e in qualche occasione ha creato anche situazioni a noi pericolose”.