Paolo Miceli dell'Asd Kodokan a Fermo
Paolo Miceli dell'Asd Kodokan a Fermo

Ancora un successo per l’atleta Paolo Miceli dell’Asd Kodokan 1973. Ai campionati italiani individuali Gold Junior 3 di Ginnastica Artistica maschile, tenutisi al centro federale di Fermo nelle Marche, l’atleta cosentino è riuscito a piazzarsi al terzo posto, sfiorando addirittura la vittoria, visti i pochissimi centesimi di punto rispetto al primo classificato.

Un successo importante per Paolo Miceli se si considera il fatto che davanti a lui, si sono piazzati un campione europeo e un atleta con una grande esperienza sia nazionale che internazionale, ma soprattutto per le sue condizioni fisiche, non certo delle migliori visto il delicato infortunio subito al ginocchio nell’ultima gara di Civitavecchia. Proprio per questo, l’atleta ha portato nella gara di Fermo, solo tre dei sei attrezzi che solitamente mette in gara: Anelli, Parallele e Cavallo. Nonostante l’infortunio, Paolo Miceli ha ottenuto un brillantissimo terzo posto, anche se con soli due allenamenti prima della gara.

«Sono molto contento della mia gara – afferma Miceli -, nonostante fossi limitato per via dell’infortunio. Davanti a me c’erano atleti di spessore nazionale e internazionale ed aver conquistato la finale è stato un qualcosa di eccezionale. Non me lo ha aspettavo e sono ancora più contento. Ho puntato molto sugli Anelli perché sapevo di poter fare bene. L’emozione più grande, dopo quella della vittoria, è stata quando sono tornato a casa. Appendere un’altra medaglia nella bacheca delle affermazioni nazionale non ha prezzo».

Poi un messaggio per i genitori e per il tecnico Sandro Mangiarano. «Ho visto i miei genitori emozionarsi così come Sandro. Se sono riuscito ancora una volta a conquistare un podio, lo devo solo a loro e a nessun altro. La dedica va a loro e alla mia Calabria, una terra ancora con tanti pregiudizi». Un pensiero particolare va soprattutto a Mario Mangiarano, scomparso nei giorni scorsi. «Tutte le medaglie vinte quest’anno vanno alla famiglia Mangiarano. Il maestro Mario è stata la persona che ha rivoluzionato lo sport in Calabria. Ha creato l’impensabile partendo dal nulla e soprattutto ha fatto sognare tantissime persone. Ha salvato molti ragazzi e ha lottato per dare importanza alla Calabria. Al maestro un grazie è troppo poco, come è troppo poco una medaglia. La cosa più bella che ha ricevuto è stato l’amore di tutti noi. Non lo scorderemo mai. È sempre viva la sua passione».

Felice e soddisfatto anche il tecnico federale Sandro Mangiarano. «Un successo meritato. Peccato per l’infortunio. Lo ha limitato molto non riuscendo a portare in gara il Volteggio. Sono sicuro che avrebbe conquistato un altro podio. Voglio ringraziare il nostro maestro Olexander Barsukov che con Paolo hanno fatto un grande lavoro, con l’appoggio del maestro Angelo Milardovic di Castellammare, nostra società amica con cui collaboriamo da diversi anni. La nostra società sta facendo enormi sacrifici per portare avanti l’attività, ma se questi sono i risultati, siamo ben lieti di farli».

Intanto, continua la preparazione di Paolo Miceli ai campionati nazionali che si terranno a inizio anno. L’atleta dell’Asd Kodokan verrà dato in prestito alla società di Castellammare di Stabia per raggiungere la promozione dalla B alla A2.

IL VIDEO DELLA PERFORMANCE DI PAOLO MICELI