In uscita venerdì 27 ottobre su tutte le piattaforme digitali e distribuito da ADA Music Italy, “Nei miei panni”, è il nuovo singolo de La Ragione Giusta, il giovane cantautore siciliano classe 2003 che ha esordito a febbraio 2023 con “Cerotti“, ottenendo posizione in “Swipe Pop” by Apple Music.

“Ti prego non piangere quando parto 

Metto la tua felpa anche con il caldo 

Che ho cercato per anni 

Mettiti nei miei panni 

Ti prego non dirmi che sembro un altro 

Mi perdo da giorni ma non ne parlo 

Ci ho pensato per anni 

Mettiti nei miei panni”

“Nel brano tratto una forte sofferenza. Sofferenza che viene riconosciuta come spunto fondamentale di crescita, ma dalla quale si cerca di prendere le distanze (non di scappare)” – sottolinea La Ragione Giusta – “È un tentativo di archiviare un pezzo importante di vita per costruire qualcosa di nuovo, pur non sentendosi del tutto pronti, ma con la speranza di riuscire nel proprio intento. Viene messo in evidenza il concetto di un’ipotetica partenza, realtà che molti giovani di oggi affrontano per trovare una sorta di sistemazione futura. Inoltre parlo di molte mancanze che mi hanno condizionato. È il connubio perfetto tra confusione, rimpianti e speranza”.

Chitarra acustica, elettrica, batteria, basso, shaker e synth  riconfermano il sound indie pop malinconico, ma energico, de La Ragione Giusta che, con “Nei miei panni” – mix, master e produzione di Alessandro Landini – ci presenta, una a una, le figure che più hanno influenzato la sua vita finora: la madre con le sue ansie, il padre e il fumo, il nonno con la sua forza.

“Nei miei panni”, a differenza di “Cerotti”, non tratta di un problema generazionale, bensì è fortemente autobiografica e introspettiva. Racconta dinamiche di vita quotidiana – quella di Lorenzo – e il suo rapporto, in relazione al suo dolore, con le persone che lo circondano.

In evidenza il percorso di crescita sia emotiva che psicologica dell’artista che, usando una possibile partenza come metafora della vita, rappresenta la volontà di distaccarsi da una realtà che gli sta stretta per lasciare i propri drammi alle spalle, cercando di vedere le cose da un nuovo point of view: quello che spesso serve fare per affrontare un cambiamento e/o un nuovo ostacolo sulla strada professionale e personale.