Morata esulta (foto Facebook Seleccion Espanola)
Morata esulta (foto Facebook Seleccion Espanola)

Il derby della penisola iberica, decisivo ai fini della qualificazione alla Final Four di Nations League, se lo aggiudica la Spagna. Match winner Alvaro Morata al minuto 88, quando il Portogallo, colpevolmente e presuntuosamente, già era sicuro di aver raggiunto l’obiettivo.

Sono così le Furie Rosse, che avevano un solo risultato a disposizione stasera a Braga, a raggiungere Croazia, Olanda e Italia nelle semifinali della competizione. Negata a Cristiano Ronaldo (tra i peggiori, rimasto in campo comunque per 90 minuti) e compagni la possibilità di bissare il successo del 2019, nella prima edizione della Nations League.

Tira un sospiro di sollievo Luis Enrique. La sua Spagna si risolleva in extremis dopo l’inaspettata battuta d’arresto casalinga di sabato scorso con la Svizzera che stava per compromettere tutto. Nell’altra gara del girone gli elvetici battono 2-1 la Repubblica Ceca condannando gli avversari alla retrocessione nella League B.

IL TABELLINO

PORTOGALLO (4-3-3): Diogo Costa; Cancelo, Danilo, Ruben Dias, Nuno Mendes; Ruben Neves (92′ Joao Felix), Carvalho (78′ Vitinha), Bruno Fernandes; C. Ronaldo, Diogo Jota (78′ Rafael Leao), Bernardo Silva (73′ Joao Mario). Ct: Fernando Santos.

SPAGNA (4-3-3): Unai Simon; Carvajal, Hugo (46′ Busquets), Pau Torres, Gayà; Soler (60′ Pedri), Rodri, Koke (60′ Gavi); Ferran Torres (73′ Willians), Morata, Sarabia (60′ Pino). Ct: Luis Enrique.

ARBITRO: Daniele Orsato (Italia).

MARCATORE: 88′ Morata.

Ammoniti: 31′ Hugo (S), 46′ Bernardo Silva (P), 55′ Carvajal (S), 83′ Nuno Mendes (P), 96′ Joao Felix (P). Angoli: 5-6 (pt 3-1). Recupero: 1′ pt; 5’+1′ st.