Omicidio Giulia Tramontano, la sorella “Sapeva del tradimento e voleva andarsene”
Omicidio Giulia Tramontano, la sorella “Sapeva del tradimento e voleva andarsene”

Alessandro Impagnatiello resta in carcere. E’ la disposizione del gip di Milano che ha confermato il fermo e disposto la custodia cautelare per l’uomo che ha ucciso e tentato di bruciare il corpo della compagna Giulia Tramontano, incinta di sette mesi di quello che sarebbe stato il loro primo figlio, Thiago.

Dopo la confessione choc agli investigatori da parte di Alessandro Impagnatiello, 30 anni, che avrebbe ucciso la compagna Giulia Tramontano, 29 anni, perché “stressato” dal fatto che l’altra relazione che aveva con una collega era ormai stata scoperta, adesso anche i familiari della vittima aggiungono informazioni su quanto successo, creando un quadro della situazione sempre più macabro.

Omicidio Giulia Tramontano, la sorella “Sapeva del tradimento e voleva andarsene”
Omicidio Giulia Tramontano, la sorella “Sapeva del tradimento e voleva andarsene”

La sorella di Giulia, Chiara Tramontano, ha spiegato che il rapporto con Impagnatiello era in crisi già da gennaio e che la sorella, dopo aver scoperto il tradimento, “non avrebbe perdonato Alessandro ma sarebbe tornata a Senago” nella casa in cui viveva con il compagno, “in attesa di trovare un’altra soluzione abitativa oppure tornare a casa dai genitori”.

Anche questo è finito nei verbali sulla base delle parole di Chiara Tramontano, che ha aggiunto come a febbraio la vittima “confidava ai nostri genitori la sua gravidanza nonché le problematiche sentimentali con Alessandro” e che loro padre le aveva assicurato “che, se ci fosse stato bisogno, le avrebbe dato tutto l’aiuto possibile”.

IMPAGNATIELLO MAL VISTO DALLA FAMIGLI

E sempre la sorella di Giulia, lo scorso lunedì, ai carabinieri di Senago che indagavano sul caso, aveva detto: “Fin dall’inizio non ho mai avuto una grande stima di Alessandro, cosa questa fatta notare anche a Giulia”.

I contatti tra le due sorelle “rimanevano sempre quotidiani tramite messaggi o chiamate ma, il 5 aprile 2023 io e Giulia abbiamo avuto una discussione perché lei mi riferiva che, a distanza di qualche giorno, sarebbe andata qualche giorno a Ibiza insieme ad Alessandro e io non ero d’accordo”.

Per circa un mese i rapporti tra le due si sarebbero quindi “leggermente raffreddati”, almeno fino ai primi di maggio “quando entrambe siamo andate a casa dei nostri genitori e in quell’occasione abbiamo ripreso normalmente i rapporti. Da quel periodo fino alle ore 00:57 di sabato 26 maggio abbiamo sempre mantenuto i contatti”.