Pagelle Pisa-Cosenza

MICAI 7,5 Il portiere del Cosenza sfodera una grande prestazione salvando più volte il risultato con tre interventi super. Dopo la mezza “svista” sul gol di Coda, è tornato ai suoi soliti standard. Saracinesca

RISPOLI 6 Buona la sua gara in fase di spinta e in chiusura. Come spesso gli capita però ha delle amnesie nelle occasioni dei gol subiti. Da rivedere la sua posizione in occasione del gol di Masucci. Decisivo e sfortunato negli errori

MERONI 6,5 Da ex non è mai in difficoltà. Esce con grande personalità palla al piede. Solido

VENTURI 6,5 Nella costruzione dal basso i suoi lanci di trenta metri sono una costante. Da uno di questi nasce il gol di Voca. Sempre attento in chiusura anche se a volte ricorre al fallo quando non sarebbe necessario. Regista difensivo

D’ORAZIO 6 Partita ordinata. Non è mai in affanno anche se spinge molto poco. Meno dinamico di altre gare ma il suo lo fa sempre. Costanza e affidabilità

CALO’ 7 E’ quasi sempre titolare con Fabio Caserta. La sua condizione cresce a vista d’occhio. E’ un punto di riferimento per i compagni. Con il suo piede magico regala direttamente da calcio d’angolo l’ennesimo assist per re mida Mazzocchi. Nel secondo tempo corre come non sempre gli capita ed è prezioso anche in copertura. Assistman

PRASZELIK 6,5 A sorpresa titolare dal primo minuto. Sfodera una prestazione attenta, ricuce bene il gioco denotando una crescita soprattutto dal punto di vista tecnico. Sorpresa

MARRAS 7 E’ in un grande periodo di forma. Quando tocca palla negli ultimi metri può nascere sempre un pericolo. Lo stop da applausi sul lancio di Venturi dà il là al gol del vantaggio di Voca. Geniale

VOCA 7 Ritorna a giocare nell’atipico ruolo di trequartista che interpreta ormai con naturalezza al punto da segnare il suo secondo gol in questo campionato. Tatticamente è prezioso negli inserimenti e nei ripiegamenti. Tuttocampista

Mazzocchi incorna il pallone del definitivo 1-2 (foto Mannarino)
Mazzocchi incorna il pallone del definitivo 1-2 (foto Mannarino)

MAZZOCCHI 7,5 Nel primo tempo quasi non ti accorgi della sua presenza in campo. Come sempre dà equilibrio in tutte le fasi. Ma quando si entra negli ultimi minuti il suo killer instinct diventa insaziabile. Un’altra perla. Terzo gol stagionale in zona “Mazzocchi”. Prestazione super

TUTINO 6,5 E’ sfortunato per l’ennesimo palo colpito. Non dà punti di riferimento e nel primo tempo costringe Barbieri all’espulsione. Gli manca solo il gol ma la sua anima si sente eccome in campo. In attesa del gol

DALLA PANCHINA DEL COSENZA

FONTANAROSA 6+ Entra al posto di D’Orazio e non soffre nulla appoggiando molto spesso in avanti. Generoso

CANOTTO 6 Nicolas gli nega il gol del raddoppio. Dilapida un contropiede in cui perde il tempo del passaggio per Forte. Non esplode

FORTE 6 La generosità non gli manca. Quando però hai la palla da buttare dentro serve maggiore cattiveria. Polveri ancora bagnate

FLORENZI 6 Nel concitato finale non manca il suo apporto. In ripresa

VIVIANI 6 Anche lui tiene botta e si rende utile nei minuti finali. Non bada al sodo

All. CASERTA 6.5 Il suo Cosenza ci crede sempre. E’ più bravo a proporre gioco che a gestire il risultato. Gioca molto meglio in parità numerica. I gol nei minuti di recupero sono una costante di una squadra che ha delle idee di gioco e sa attuarle in campo (il primo gol è uno schema tipico). Il pareggio sarebbe stata una beffa ma ancora ci sono degli aspetti sui quali migliorare. La voglia di vincere di questa squadra è un fattore importante su cui costruire il futuro. Voglia di vincere