Quando tutto sembra vuoto” è un cortometraggio musicale in cui Miriam Fornari esegue con set e ambientazioni speciali tre brani estratti dal suo disco d’esordio “MORA“. Un cortometraggio dall’atmosfera solenne e incantata che sa arricchire in modo inaspettato l’immaginario del disco.

Una serie di tre live session filmate nelle splendide campagne assisane, proprio nei pressi della frazione di Mora, paese natale dell’artista e forte ispirazione per il disco. Un sunto audiovisivo dell’opera dell’artista che ne riassume la sua visione artistica, una visione che trova ispirazione nei ricchi colori dell’inconscio così come nella natura. Il lavoro è stato ideato da Miriam Fornari con Agnese Zingaretti che, oltre ad aver curato tutto il comparto grafico del disco, ha diretto questa live session, registrata da Diacronie Lab – Roma.

I tre brani dell’opera sono ambientati e interpretati in modo diverso: con formazioni inedite, costumi e mood pensati per l’occasione. La session inizia con “Cielo” un sognante dialogo con l’immensità della natura caratterizzato da un ricco e inedito arrangiamento per archi e fiati scritto appositamente per la session. L’ultimo brano dell’album, oltre che l’unico cantato in italiano, diventa l’inizio di questo viaggio che dura che in circa 20 minuti ripercorre la durata di un giorno.

Dalla luce diurna si passa al crepuscolo con “Off” e la speciale formazione ampliata di “Cielo” si riconfigura nel quartetto con cui Miriam suona live. Dall’azzurro del firmamento si passa al verde di una foresta in un lungo viaggio onirico alla ricerca della forma di espressione perfetta per la propria sensibilità. Si conclude con le fioche luci rosse nella notte fonda di “Drawing“, una romantica ballad piano e voce arricchita solo dal coro dei propri musicisti e dal synth modulare e dalla chitarra di Ruggero Fornari.