In questi ultimi mesi mi sono chiesto, tante volte, cosa potessi fare direttamente per migliorare la mia Terra in un contesto europeo dal grande impatto per il nostro futuro. 
La risposta è stata decisa: scendere in prima persona nel mondo della politica ma… per farlo…c’era bisogno di un segnale forte, di un appoggio comune che potesse portarmi a sentire forte i valori che da sempre Italia del Meridione porta con sé: dedizione al territorio; passione per i propri luoghi natii e soprattutto, la voglia di cambiare ciò che mi ruota intorno. 
Perché è sempre un’avventura unica provare a migliorare la propria Terra e, a maggior ragione, farlo in un contesto europeo, il quale, son convinto, deve cambiare per avere un ruolo di primo piano nel futuro. È vero come dice qualcuno che non ci sia Italia senza Europa ma son convinto che sia vero anche il contrario: non possiamo prescindere da un processo europeo che ci porti verso un nuovo domani ma l’Europa non può continuare ad ignorare le istanze del Sud e, per farlo, dobbiamo puntare su alcuni temi, i quali, nei prossimi giorni, vorrò affrontare insieme a tutte le persone che decideranno di credere in questo mio percorso. 
Faccio riferimento ad una visione delle nostre radici europeiste mirate a riforme necessarie. Agli investimenti che ci attendono in una prospettiva internazionale fino ad una critica costruttiva dell’Europa. Ci attendono sfide sociali e politiche di grande rilievo che avranno come obiettivo comune, quello di migliorare la qualità della vita.
Andrò nel merito di ogni questione e lo farò con trasparenza e la mia solita franchezza. 
Io sono pronto. Il tuo voto, il nostro Sud!
Santo Gagliardi