Muriel controllato da Skriniar durante Atalanta-Inter (foto LaPresse)
Muriel controllato da Skriniar durante Atalanta-Inter (foto LaPresse)

Zero a zero tra Atalanta e Inter nel big match della ventiduesima di Serie A. Quasi un paradosso che la sfida tra i due migliori attacchi del campionato termini senza reti, ma è andata proprio così. Merito soprattutto dei due portieri: decisivo Musso su Sanchez nel primo tempo, altrettanto Handanovic sull’incursione di Pessina in avvio di ripresa e su Muriel a dieci minuti dal termine. 

LA CRONACA DI ATALANTA – INTER

Emergenza piena nell’Atalanta. Fermi ai box i vari Gosens, Zappacosta, Maehle, Toloi. Fuori dai giochi anche Malinovskiy, Ilicic e Zapata. Sull’altro fronte ha l’imbarazzo della scelta Simone Inzaghi, che può contare su tutti gli effettivi a disposizione.

Balza agli occhi l’assenza di Lautaro Martinez nell’undici iniziale della capolista. Il tecnico emiliano gli preferisce Sanchez, match winner in Supercoppa. Sulla linea difensiva c’è D’Ambrosio a fare rifiatare uno stanco De Vrij. Per lo stesso motivo sull’out di destra Darmian guadagna una maglia da titolare a scapito di Dumfries. Padroni di casa con il duo PessinaPasalic a supporto del terminale d’attacco Luis Muriel.

Dzeko al tiro (foto pagina Facebook Inter)

La prima occasione del match arriva allo scoccare del quarto d’ora di gioco ed è di marca interista. Dzeko, in equilibrio precario, prova ad indirizzare di testa nell’angolino basso, la palla sfila di poco al lato. Dieci minuti più tardi campioni d’Italia ancora pericolosi: Sanchez scaglia un destro destinato nel sette ma Musso si supera con un grande riflesso deviando in corner. Per assistere ad un’offensiva dell’Atalanta degna di nota bisogna attendere il 39′. E’ Pessina a staccare sul traversone di Pezzella, l’incornata è centrale e non crea particolari fastidi a Handanovic. Il primo tempo finisce a reti bianche, risultato che rispecchia l’andamento della gara.

Ripresa delle operazioni. Subito una grossa chance per i padroni di casa. Pessina si presenta a tu per tu con Handanovic, il portiere sloveno allunga il piedone sfoderando un grandissimo intervento. Al 60′ è Dzeko che mette paura a Musso con un destro insidioso da posizione defilata. Cinque minuti dopo Pezzella deve immolarsi per impedire a Darmian di spingere in rete il pallone del vantaggio ospite. Inzaghi si dispera al 70′ per il colpo di testa ravvicinato di Dzeko che termina alto di un soffio.

Lampo dell’Atalanta a dieci minuti dal termine. Muriel brucia Bastoni e si invola versa la porta, prova il piazzato sul primo palo ma Handanovic è determinante ancora una volta. Quando sta per scadere il tempo regolamentare Barella tira fuori dal cilindro una giocata sensazionale. Il suo assist regala a D’Ambrosio un’opportunità colossale ma l’esterno la spreca calciando sull’esterno della rete. E’ l’ultima occasione del match, che termina zero a zero.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here