I tifosi rosanero a Salò (foto pagina Facebook Palermo FC)
I tifosi rosanero a Salò (foto pagina Facebook Palermo FC)

Concluso il primo round nelle due semifinali playoff di Serie C.

Alle ore 19:00 Catanzaro e Padova non si sono fatte del male. È terminata, infatti, a reti inviolate quella che è stata considerata ‘una finale anticipata’.

In uno stadio Ceravolo al completo con oltre 11 mila spettatori, due squadre con obiettivi ben precisi. Da una parte il Catanzaro, che aspetta la Serie B da 16 anni, dall’altra il Padova reduce dalla sconfitta in finale dello scorso anno contro l’Alessandria.

Catanzaro-Padova 0-0 (foto pagina Facebook US Catanzaro)
Catanzaro-Padova 0-0 (foto pagina Facebook US Catanzaro)

Protagonista in assoluto del match è stato l’introduzione del VAR per la prima volta in Lega Pro. 

La macchina introdotta in aiuto alla terna arbitrale ha annullato un gol agli ospiti alla mezz’ora, con Valentini considerato in posizione irregolare. In un match molto intenso e giocato a buon ritmo, ad uscirne meglio è il Catanzaro che in avvio con Iemmello spreca l’occasione più importante davanti al portiere calciando al lato, e poi con Vandeputte nella ripresa.

La qualificazione alla finale si deciderà nei prossimi 90 e forse più minuti a disposizione, in terra veneta. Il regolamento infatti stabilisce che in caso di ulteriore parità si andrà ai supplementari e successivamente in caso anche ai calci di rigore.

Palermo corsaro (foto pagina Facebook Feralpisalò)
Palermo corsaro (foto pagina Facebook Feralpisalò)

I rosanero espugnano Salò. Al ritorno un Barbera infuocato 

Allo stadio Lino Turina di Salò gremito, Feralpisalò e Palermo per un posto in finale. Ad uscirne vincitori sono i rosanero, che si confermando compagine solida arrivata con merito in semifinale playoff. Il vantaggio viene siglato da bomber Brunori (26 gol all’attivo) che dall’interno dell’area batte Massolo con un destro potente. Floriano sul finire della prima frazione sigla il raddoppio con un tocco morbido che scavalca Liverani in uscita. Il tris lo mette a segno Soleri all’ottantesimo con un super gol di prima intenzione dal limite dell’area di rigore. Per la squadra lombarda, ora, si fa veramente difficile.

Il ritorno si disputerà domenica 29 maggio, sempre alle ore 19:00 una e alle ore 21:00 l’altra, per il continuo di un sogno chiamato: Serie B.