Tennis Djokovic invincibile, domina con Ruud e vince il Roland Garros

Ogni aggettivo è ormai superfluo per Novak Djokovic. Il campione serbo, a 36 anni suonati, pare non avere ancora rivali. La vittoria in tre set (7-6, 6-3, 7-5) sul norvegese Casper Ruud nella finale odierna gli permette di mettere in bacheca il terzo Roland Garros in carriera. Si va a sommare a quelli vinti nel 2016 e nel 2021.

Si tratta però soprattutto del ventitreesimo successo in uno Slam. Numero che consegna Nole alla storia perché, superando Nadal fermo a 22, ne fa il tennista più vincente di sempre.

Tornando al match del “Philippe Chatrier” troppo netto il divario tra i due contendenti. C’è stata partita solo nel primo set, durato un’ora e mezza, nel quale Ruud riesce a tenere il ritmo del rivale arrivando fino al tie break. Vinto però agevolmente con il parziale di 7-1 da Djokovic, che poi prende il controllo senza più concedersi sbandamenti. Il secondo set scivola via in soli 43 minuti: 6-3 il punteggio.

Il copione non cambia nel terzo e ultimo set. Il numero 4 del ranking, che deve rinviare ancora una volta l’appuntamento con la vittoria di uno Slam (persa la seconda finale consecutiva a Parigi), prova a lottare ma perde il servizio al dodicesimo gioco. Nel game successivo Nole chiude subito la contesa con il punto del 7-5. Durata complessiva della gara di tre ore e quindici minuti.

Il serbo a questo punto va a caccia del Grande Slam: Australian Open e Roland Garros sono già in saccoccia. Appuntamento a Wimbledon a partire dal prossimo 3 luglio.