Us Open

A maggio dello scorso anno entrava nei primi 500 del mondo. Oggi, Ben Shelton, afroamericano, classe 2002, è in semifinale agli Us Open. Genio e sregolatezza, astro nascente del tennis a stelle e strisce, è reduce dalle vittorie nei derby con Tommy Paul e Francis Tiafoe.

Lo attende l’ostacolo più difficile perché dovrà vedersela con il numero 2 del mondo, l’eterno Novak Djokovic. Il serbo, favorito assoluto alla vigilia della sfida, va a caccia della quarta finale slam su quattro in questa stagione. Sarebbe anche la trentaseiesima in carriera. Nessun precedente tra gli sfidanti, che si sfideranno per la prima volta sul sintetico dell’Artur Ashe.

Nella parte alta del tabellone ci sono invece Daniil Medvedev e Carlos Alcaraz. Il russo si è sbarazzato in 3 set del connazionale Andrej Rublev (6-4, 6-3, 6-4 in due ore e 48 minuti). Continua la maledizione di Rublev, alla nona sconfitta consecutiva in un quarto di finale di un torneo slam. Anche il numero uno del mondo ha impiegato solo 3 set per staccare il pass per la semifinale ma la prestazione non è stata così brillante come si direbbe dal risultato finale (6-3, 6-2, 6-4 in due ore e 24 minuti). I precedenti sono a favore di Alcaraz (2-1).

Tutto sembra andare così verso una riedizione della splendida finale di Wimbledon tra Alcaraz e Djokovic. Venerdì il responso del campo, che stabilirà i nomi dei finalisti degli Us Open 2023.