Mauro Zarate (foto Farina)
Mauro Zarate (foto Farina)

Mauro Zarate è stato sicuramente il colpo ad effetto del calciomercato invernale del Cosenza. Il suo approdo nella citta bruzia ha avuto una grande cassa di risonanza anche a livello nazionale, visto il curriculum e il glorioso passato. Il calciatore, nativo di Buenos Aires, era arrivato con tanta voglia di aiutare la squadra rossoblù nel percorso verso il raggiungimento della salvezza.

Purtroppo un brutto infortunio al ginocchio, nella partita pareggiata in casa contro il Sudtirol, ha frenato la sua voglia di mettersi in mostra. Ma Maurito è un tipo tosto. Non è abituato ad abbattersi alle prime difficoltà. Ieri sera è stato ospite a “Pianeta Cosenza“, l’approfondimento del lunedì sera in onda sui canali de Il Dot. L’ex Lazio ha parlato a cuore aperto e ha mostrato di avere le idee molto chiare sul suo futuro.

Mauro Zarate durante la puntata di Pianeta Cosenza
Mauro Zarate durante la puntata di Pianeta Cosenza

ZARATE: “Voglio ritornare più forte di prima”

“Dopo due mesi finalmente ho iniziato il lavoro sul campo. Ero arrivato con una voglia matta di giocare e dare una mano alla squadra. Purtroppo gli infortuni capitano. Mi sento già molto meglio – rassicura Zarate – ma non voglio forzare la mano. Mi sono affidato alle cure del dottor Novello, il top nel settore per ritornare più forte di prima. Ho apprezzato molto la proposta del presidente Guarascio di rinnovarmi il contratto. La mia intenzione è quella di rimanere a Cosenza e lasciare il segno. Ma prima c’è da conquistare la salvezza, al rinnovo del contratto penseremo dopo. Sul campo ragazzi stanno facendo il massimo per rimanere in Serie B, credo che alla fine ci riusciranno. Se lo meritano”.

Procede nel migliore dei modi anche l’ambientamento in città: “Mi trovo molto bene a Cosenza, – ammette il numero 9 rossoblù – anche con la mia famiglia. Ho parenti calabresi di Maida e amo questa terra. I tifosi in città mi fermano e mi chiedono già di segnare il prossimo anno nel derby contro il Catanzaro. Il mio obiettivo è quello, ma soprattutto di portare il Cosenza sempre più in alto. Vivo di stimoli, e voglio vincere questa sfida.”

LA PUNTATA INTEGRALE