Il giovane pilota cosentino, Ermanno Quintieri, durante la puntata di "Random"
Il giovane pilota cosentino, Ermanno Quintieri, durante la puntata di "Random"

Ermanno Quintieri, di soli sedici anni, è un giovanissimo pilota cosentino, che sta emergendo con successo nella realtà del karting. Reduce da un podio a Triscina, per la prima prova del campionato di Kart della categoria KZ2 Under 18, l’atleta vanta già una carriera di successi, medaglie e podi.

Ero uno dei più piccoli della mia categoria, quindi è stato difficile, ma motivante confrontarmi con ragazzi con esperienza maggiore rispetto a me”. Con queste parole, nel corso della puntata di “Random” dello scorso 28 aprile in onda sui canali Facebook e YouTube de Il Dot, il giovane orgoglio bruzio ha commentato, il traguardo appena raggiunto.

Una passione nata per gioco

La passione per il mondo dei motori, per il sedicenne pilota cosentino, è nata per gioco. Solo in seguito al periodo della Pandemia da Covid-19, infatti, si è trasformata in un serio percorso sportivo.

Una passione nata grazie a mio padre e alla mia famiglia” sottolinea Ermanno Quintieri, ricordando come si tratti di uno sport che, per essere scoperto e coltivato, richiede un importante appoggio familiare.

L’attrazione e la passione per la velocità, come specifica il pilota, è anche “intelligenza, astuzia e il sapersi regolare senza correre troppi rischi. […] Quando abbasso la visiera, entro in un mondo diverso, rispetto a quello in cui vivo tutti i giorni. Quando abbasso la visiera ovviamente c’è anche un po’ di ansia, prima di partire, ma appena parto, passa tutto e c’è solo concentrazione”.

L’esordio in Formula 4

Il 27 giugno dello scorso anno, al Cremona Circuit, Ermanno Quintieri ha esordito anche in Formula 4, aggiungendo un nuovo e importante successo, ai tanti traguardi già raggiunti.

Il giovane pilota ha ricordato: “Ci sono tante differenze fra Kart e Formula 4 ed è stato difficile capirle. A livello di guida, le differenze sono molte, perché si va ad una velocità molto più elevata, quindi anche la frenata risulta completamente diversa. Ovviamente le piste sono più grandi, quindi si ha uno stile di guida completamente diverso rispetto al kart.

Sono riuscito ad ambientarmi subito – ha poi commentato con orgoglio – sia con la macchina, che con la pista e sono stato anche veloce per essere il primo giorno in Formula 4. È stata una bella esperienza perché è stato il primo salto della mia carriera dal kart alle monoposto”.

Obiettivi a breve termine: campionato italiano ed europeo

Nonostante la giovanissima età, Ermanno Quintieri ha già le idee chiare, in merito al suo futuro. “L’anno prossimo vorrò correre nel Campionato Italiano di Formula 4 e il mio obiettivo a breve termine è fare bene sia nel Campionato Italiano di Kart di quest’anno, che in quello europeo” ha dichiarato ai nostri microfoni.

Tra gli obiettivi del giovane pilota, tuttavia, anche completare gli studi ed intraprendere un percorso universitario. Ermanno Quintieri è, infatti, studente del Liceo Classico “Bernardino Telesio” di Cosenza.

Verstappen idolo. Sogno la Formula 1

Il mio vero obiettivo – ha poi proseguito – è ovviamente la Formula 1. Si tratta sicuramente di una strada tortuosa, ma le grandi cose comportano grandi rischi. Ovviamente è uno sport in cui non basta solo l’abilità in pista, ma serve anche un grosso impegno economico, quindi potrebbe non dipendere da me se arriverò o non arriverò alla Formula 1 . Esistono migliaia di campionati diversi. Mi piacerebbe correre anche nel GT, ma la Formula 1 è un mio sogno, da parecchi anni a questa parte, e farò di tutto per riuscirci.

L’idolo del giovane pilota cosentino è Max Verstappen. “È molto forte e, pur essendo molto giovane, – ha spiegato Ermanno Quintieri – dimostra grande abilità in pista. Mi piace il suo carattere e la grinta che mi trasmette”.

Il video completo dell’intervista

Entra nel nuovo canale Whatsapp de Il Dot