Ultras Curva Sud (foto Farina)
Ultras Curva Sud (foto Farina)

La Curva Sud, precisamente gli Ultrà Cosenza 1978, ha deciso di ritornare a popolare le gradinate del “Marulla“. Una decisione dettata esclusivamente dal troppo amore verso i colori.

Contro la Spal, Micai e compagni avranno quindi il sostegno di una delle parti più calde del tifo organizzato. Dopo la sconfitta di Genova, nella quale comunque i supporters silani hanno dato spettacolo sugli spalti dello stadio “Marassi“, rinnovando uno storico gemellaggio con il Genoa, i vessilli rossoblù torneranno a colorare anche lo stadio di casa.

IL COMUNICATO DELLA CURVA SUD

La fase dell’anno è di quelle più dure per ciò a cui teniamo di più: la nostra maglia, la nostra bandiera, il nostro amore. Abbiamo quindi deciso di tornare sui gradoni. A casa nostra, con la nostra gente. Non siamo andati a scuola da nessuno: siamo da sempre e, rassegnatevi: lo saremo per sempre, teste pensanti e cuori pulsanti. Si torna a casa proprio perché le ragioni della nostra protesta sono ancora intatte. Ha prevalso la voglia di aggregazione, di tifo, di appartenenza che caratterizza tutti i gruppi, quartieri, borghi e comitive di questa curva.
E come sempre torniamo a modo nostro. Non cambia di una virgola la nostra analisi delle cose: una gestione sportiva fallimentare che ogni anno ci conduce alle stesse scene e scenette, una visione dei rapporti con la tifoseria improntata all’assoluto divieto di critica e a opinabili codici di condotta, gli occhi stupidamente chiusi sui problemi che il tifo lamenta ormai da tempo.
Se questo andazzo cambierà, saremo i primi a riconoscerlo e in ogni caso mettendoci la faccia in prima persona. Noi vogliamo che la rotta cambi e ci impegneremo a farlo senza mai tirarci indietro. E ora rientriamo. Per l’amore della maglia: il resto (e le chiacchiere) stanno a zero. Noi non siamo in vendita.
Invitiamo tutti a venire e colorare la curva sud
SOLO PER LA MAGLIA