Compagnia Teatro Rossosimona

Una sigaretta accesa, un uomo di spalle, una nube di fumo. Un libro che si apre, un racconto che inizia come una fiaba – C’erano una volta tre fratelli… – la leggenda di tre cavalieri spagnoli, falsi miti e giuramenti d’onore che si rincorrono. Una mafia che ha sempre fatto proclami per il rispetto di donne e bambini, ma proclami e promesse mai mantenute. Le mafie hanno sempre ucciso i bambini“.

Inizia così lo spettacolo “Al posto sbagliato. Storie di bambini vittime di mafia“, diretto e interpretato da Francesco Pupa, liberamente tratto dal libro omonimo di Bruno Palermo. Una pièce prodotta da Teatro Rossosimona che attinge ad una raccolta documentata di tragici fatti di cronaca nei quali a cadere, per calcolo o per sbaglio, ci sono giovani innocenti, smentendo il luogo comune che la mafia non uccide donne e bambini.

Uno spettacolo che scuote le coscienze e ottiene sempre grandi consensi che, dopo aver toccato varie località italiane, arriva domani, 28 aprile, al cinema Citrigno di Cosenza e sabato 29 aprile al cineteatro Politeama di Gioia Tauro per due rappresentazioni riservate alle scuole.

Domenica 30 aprile, alle 18, verrà invece messo in scena al cinema teatro Sala Raimondi di Crotone e, in replica, il 2 maggio per un nuovo matinée riservato agli studenti. Tutte le repliche di “Al posto sbagliato” rientrano nell’ambito della rete di distribuzione “L’Altro Teatro”.

Le attività di aprile della compagnia Teatro Rossosimona si concluderanno con una ripresa della pièce “Spari e Dispari”, con Paolo Mauro e Francesco Aiello, domenica 30 aprile alle 19 al LSS Theatre di Polistena (Rc).