Tutto pronto per il gran ritorno dell’ “Ibanez Night”, concerto-evento dedicato al noto marchio di strumenti musicali nipponico, che ha contribuito a scrivere pagine indelebili della storia del rock degli ultimi quarant’anni.

Una serata di musica e passione, parafrasando il sommo Steve Vai, nata dall’idea degli endorser internazionali Bruno Cucè e Fabio Mangano, già nel 2019 promotori di una manifestazione unica nel suo genere, mirata a portare sul palco, utilizzando proprio quei preziosi strumenti, la passione per il mondo Ibanez e per la musica dei principali artisti di questa famiglia.

Si tratta di gente del calibro di Joe Satriani, lo stesso Vai, John Petrucci, Paul Gilbert, Andy Timmons, Marty Friedman, Kiko Loureiro e tanti altri: una lunga serie di axemen che hanno rivoluzionato il concetto di chitarra moderna dando vita all’esplosione della shredding mania anni ’80, punto di riferimento per intere generazioni di chitarristi.

“Parliamo di un live creato da appassionati Ibanez – dichiara Cucè – rivolto non solo ai musicisti ma a tutti gli amanti della musica rock, poiché la scaletta prevede brani che hanno fatto la storia del genere e dello shred chitarristico più moderno. Una serata di grande musica e aggregazione, in compagnia di alcuni tra i migliori musicisti del panorama calabrese, che speriamo possa bissare il successo della prima edizione”.

Questa la line-up che andrà a comporre, oltre ai maestri Bruno Cucè e Fabio Mangano, la seconda “Ibanez Night”:

– Michelangelo De Gregorio, Antonio Mazza, Vincenzo Dodaro, Paolo Palmieri (chitarre);

– Leonardo Baiocco, Lino Perlongo (basso);

– Alessandro “Owen” D’Amico, Giuseppe Torchia (batteria);

– Francesco Riolo (tastiere)

Alla fine dello show prevista una grande jam session tra i partecipanti.

L’evento, patrocinato dal RockOn Martirano Lombardo e fortemente voluto dal Presidente dell’associazione, Vittorio Lanzo, avrà luogo allo Stage Live Pub di Martirano Lombardo sabato 2 dicembre, a partire dalle ore 21. A introdurre la serata il critico musicale e conduttore radiofonico Francesco Sacco. Ingresso gratuito. Si consiglia comunque la prenotazione.