Il Comitato Spontaneo “Piazza Spirito Santo” di Cosenza, impegnato nella lotta affinché il Centro Storico Bruzio torni a splendere, denuncia l’accaduto.

È SUCCESSO DI NUOVO!!! Nonostante tutti gli sforzi per rendere cardioprotetto il nostro quartiere, purtroppo nelle scorse ore il defibrillatore sito in Piazza Spirito Santo è stato rubato.

Già nei mesi scorsi ci fu un tentativo di furto dell’apparecchio che denunciammo a gran voce facendo appello al senso civico degli abitanti del quartiere e dell’intera città.

Oggi con grande rammarico ci sentiamo sconfortati dinanzi ad un tale scarso senso del bene e della salute pubblica“, recita la nota pubblicata dal Comitato sulla pagina Facebook.

LA SITUAZIONE DEL CENTRO STORICO DI COSENZA

In una città e in particolare in un centro storico abbandonato all’incuria, al randagismo, al vandalismo, ai crolli strutturali delle abitazioni fatiscenti, alle buche stradali, alla mancanza dei servizi primari (non abbiamo più un ufficio postale, da anni le scale mobili che consentivano di salire verso corso Telesio sono ferme. I pullman cittadini impiegano tempi biblici per percorrere le consuete tratte arrecando un disservizio specialmente alle categorie più fragili come anziani e persone con disabilità), alle condizioni di vita socio-economiche di tante famiglie costrette a vivere in pochi metri quadrati e senza servizi igienici – si continua a leggere – dobbiamo rinunciare anche ad un importantissimo presidio salvavita“.

L’APPELLO AL BUON SENSO CIVICO

Il Comitato fa un appello a chiunque abbia notizie del defibrillatore – conclude il comunicato – Vi preghiamo di restituirlo alla comunità poiché chiunque potrebbe averne bisogno per mettere in salvo la propria vita.

Quest’oggi siamo pieni di rabbia e tristezza allo stesso tempo. E stanchi per lo stato di abbandono del nostro centro storico“.