Due partite, 130 minuti giocati, una rete, un assist e un cartellino rosso. Si può sintetizzare così la settimana azzurra di Marco Nasti, impegnato nell’”U20 Elite League”. La competizione ha visto sfidare la Nazionale U20 del CT Carmine Nunziata contro i pari età norvegesi e tedeschi.

Il giovane attaccante rossoblù viene inserito, in entrambe le occasioni, nell’11 titolare. Schierato in tandem con Ambrosino del Cittadella, Nasti si sblocca in U20 al 18’ minuto di Norvegia – Italia, siglando la rete del momentaneo 1-1. La partita termina sul risultato di 2-2 e la prestazione dell’attaccante viene macchiata dall’espulsione, al 40’ minuto di gioco, per doppia ammonizione. Finisce in parità anche la sfida contro la Germania U20. I tedeschi, dopo essere passati in vantaggio, vengono raggiunti da una rete di Ambrosino, su assist dello stesso Nasti, che nell’occasione gioca per 90’.

La salvezza del Cosenza passa dagli attaccanti

Molte delle possibilità di salvezza del Cosenza passano dal rendimento degli attaccanti rossoblù. Le poche reti realizzate dal reparto offensivo rappresentano il vero tallone d’Achille della squadra bruzia, i quali centroavanti non hanno superato le tre reti in campionato nella stagione corrente. La storia insegna che senza i gol delle punte è difficile raggiungere risultati. La speranza è che dopo la doppietta alla Reggina e le recenti prestazioni in Nazionale, il talento di Marco Nasti possa davvero esplodere.