Mondiali di Scherma rifiuta di dare la mano alla russa, squalificata l’ucraina Kharlan
Mondiali di Scherma rifiuta di dare la mano alla russa, squalificata l’ucraina Kharlan

Un giorno particolare in quel di Milano per i Mondiali di Scherma. 

L’ucraina Olga Kharlan ha affrontato la russa Anna Smirnova nei trentaduesimi della sciabola femminile del Mondiale di scherma a Milano vincendo (come da pronostico) con il punteggio di 15-7.

Mondiali di Scherma rifiuta di dare la mano alla russa, squalificata l’ucraina Kharlan
Mondiali di Scherma rifiuta di dare la mano alla russa, squalificata l’ucraina Kharlan

Il discusso match è “precipitato” sul finale. Al termine di ogni match avviene la consueta stretta di mano tra i due schermidori, peccato che la Kharlan non volesse farlo. Allora ha allungato solo la sua sciabola (tecnica adottata nel periodo Covid) per un tocco delle lame delle armi al posto delle mani.

La russa Smirnova (che partecipa a questo Mondiale come tutti i connazionali sotto la sigla AIN, senza bandiera e simboli nazionali e senza inno), che aspettava il saluto dell’avversaria, ha poi messo la sua mano destra sul petto.

Poi il caos successivo: la Smirnova è rimasta in piedi per 20 minuti sulla pedana, tanto da portarle successivamente una sedia su cui poi si è seduta. Nel frattempo la Fie (Federazione internazionale della scherma) ha dovuto riunirsi e decidere in fretta. E così, dopo due ore intense, la Kharlan è stata estromessa dal torneo. Il provvedimento contro di lei (che comporta pure due mesi di sospensione) si riversa – ai sensi delle norme del Mondiale – pure sulla squadra: l’Ucraina viene, infatti, esclusa dal torneo e vede molto compromessa la qualificazione olimpica. La Russia è stata a lungo incerta come formulare il ricorso: la scelta alla fine è stata «per mancato rispetto del regolamento».

Di questo ambiguo episodio ne giova sicuramente la bulgara Ilieva. Squalificata la Kharlan e non rimessa in pedana la Smirnova (in quanto  sconfitta sul campo), Ilieva ha passato il turno dei sedicesimi senza affrontare alcun match ed è avanzata nel tabellone.