Francobollo dedicato alla Camera del Commercio di Cosenza (ecodellojonio.it)
Francobollo dedicato alla Camera del Commercio di Cosenza (ecodellojonio.it)

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emesso un francobollo dedicato alla Camera di Commercio di Cosenza, in occasione del 210° anniversario della sua istituzione.  La cerimonia si è svolta nella giornata di ieri, mercoledì 5 ottobre 2022, nella Sala Longhi-Unioncamere di piazza Sallusti 21, a Roma.

Il francobollo, stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A, con la tecnica della retocalcografia, appartiene alla serie telematica “le Eccellenze del sistema produttivo ed economico” e rappresenta l’edificio di “via Calabria” che, dal 1935, è sede della Camera di Commercio di Cosenza.

Una rappresentanza forte, che comporta una grande responsabilità“. Il commento del Presidente Klaus Algeri 

Si tratta di un evento di grande valore simbolico – commenta Klaus Algeri, dal 2014 Presidente della Camera di Commercio di Cosenza – non solo per il nostro ente, ma per tutto il territorio che rappresentiamo, che ci ha offerto l’opportunità di mostrare ancora una volta, a livello nazionale, la nostra provincia come eccellenza produttiva ed economica del Paese.”

Quello che stiamo celebrando – continua Algeri –  è un anniversario che in un’epoca di incertezze, come quella che stiamo nostro malgrado vivendo, rappresenta il segno tangibile di come i pensieri e le idee di valore sopravvivono agli uomini e alle cose e, nella loro persistenza, si tramandano ed evolvono nel tempo, in un incessante lavoro di cerniera tra passato e futuro.”

La Camera di Commercio – prosegue – è un ente pubblico del tutto particolare. Una rappresentanza forte che comporta una grande responsabilità. Una rappresentanza che, per quanto riguarda Cosenza, era già presente “in nuce” in quella Società Economica di Calabria Citra che vedeva la luce più di due secoli fa, in una Calabria allora napoleonica e che ha continuato ad evolversi nel corso del tempo, attraversando la restaurazione borbonica e le insurrezioni risorgimentali, l’unificazione del Paese e le terribili guerre della prima metà del ‘900, fino ai giorni nostri, per essere sempre al fianco delle imprese, nei momenti di crisi come in quelli di rinascita.

Infine, conclude: “Molto è cambiato in 210 anni, è vero, ma possiamo affermare che rimane certamente attuale quello che ancora oggi riteniamo essere il nostro ruolo principale: contribuire, attraverso la promozione e il supporto all’attività d’impresa, allo sviluppo economico e sociale del nostro territorio e al benessere dell’intero Paese.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here