MICAI 7 Il portiere del Cosenza è inoperoso per tutto il primo tempo. Poi sfodera un grande intervento su Verde che nega momentaneamente il pari ai lariani. Nell’occasione si fa male. Sfortunato

MERONI 6,5 Dalle sue parti non si passa. E’ in grande stato di forma e merita la riconferma. Peccato per il fallo di rigore che regala il pari al Como. Gladiatore

CAMPORESE 7 Duella con Gabrielloni e Cutrone, ne esce sempre vittorioso. E’ il re della difesa rossoblù. Sontuoso

CIMINO 6,5 Viali gli dà fiducia dal primo minuto e lui regala una prestazione di spessore e personalità. Volitivo

MARRAS 6,5 Primo tempo intenso e con grande aggressività. Cala nel secondo tempo ma è sempre sul pezzo. Intenso

ZUCCON 6,5 Partita tignosa e agonisticamente valida. Aggressivo

VIVIANI 6 Non resta sempre in partita, ma fa molto lavoro sporco. Lotta su ogni palla. Affidabile

FLORENZI 6,5 Nel primo tempo regala l’assist del gol n. 20 di Tutino. Nel secondo tempo si divora il due a zero. Gioia e dolore

D’ORAZIO 6+ Si limita alla fase difensiva che svolge con caparbietà e concentrazione. Spinge poco ma forse emerge un po’ di stanchezza.  Cuore rossoblù

MAZZOCCHI 6,5 Si è perfettamente integrato nel ruolo di partner di Gennaro Tutino. Tanto lavoro sporco per lui. Abile nel creare spazi e tamponare. Settepolmoni

TUTINO 8 Entra nella storia del club e del campionato. Gol numero 20 in campionato da attaccante puro. E’ un peccato e anche un rimpianto non poterlo vedere giocare i playoff con la maglia del Cosenza. Partita da leader indiscusso di questo gruppo e bandiera di questa squadra. #RiscattaTutino

DALLA PANCHINA DEL COSENZA

MARSON 6,5 Compie a freddo un bell’intervento su Verde. Poi nel corso del match si mostra sempre sicuro

VOCA 6 Tanta corsa nel finale. Generoso

CANOTTO 6 Qualche buono spunto anche se ha sempre voglia di strafare. Dinamico

CRESPI s.v.

NOVELLO s.v.  Menzione particolare per l’esordio in Serie B di questo ragazzo, di cui si dice un gran bene. Mette in mostra alcune delle sue qualità anche nei pochi minuti in campo. Da rivedere

All. VIALI 7 Per come sta la squadra a livello mentale e fisico è un peccato che il campionato sia finito. Il suo Cosenza non regala nulla al Como e soffre poco o nulla fino al gol del pari. La prestazione di oggi è una indiscutibile consacrazione dell’ottimo lavoro svolto. Il Cosenza 2024-2025 ripartirà dal lui e dal suo equilibrio. Certezza

Entra nel nuovo canale Whatsapp de Il Dot