Marras controllato da Liotti (foto Farina)
Marras controllato da Liotti in Cosenza-Reggina (foto Farina)

Work in progress: lavori in corso in casa Cosenza. In attesa di sciogliere il nodo legato al nuovo allenatore che sostituirà William Viali, la società silana cerca comunque di tracciare le priorità di calciomercato. Certo, la scelta dei calciatori dipenderà molto dal tecnico che arriverà in riva al Crati.

C’è la volontà da parte del ds Roberto Gemmi e del presidente Eugenio Guarascio di provare a riportare in maglia rossoblù quei calciatori che sono stati fondamentali per il raggiungimento della salvezza la passata stagione. L’idea è quella di ripartire da un gruppo di calciatori consolidati, che conoscano già l’ambiente, per poi aggiungerne altri di categoria. Alzare la famosa “asticella“: questo il ritornello che lo stesso Guarascio ha ribadito giorni fa ai microfoni di Radio Sportiva. Dalle parole poi, ovviamente, si dovrà passare ai fatti.

MICAI, MARRAS E NASTI, IL COSENZA CI PROVA

Alessandro Micai (foto Farina)
Alessandro Micai (foto Farina)

Alessandro Micai svincolerà il prossimo 30 giugno. Il Cosenza vorrebbe blindarlo con un contratto pluriennale che gratifichi il portiere. Gemmi farà di tutto e di più per provare a trattenerlo. L’obiettivo è confermare l’estremo difensore diventato beniamino di tutti i tifosi. Discorso avviato anche con il Bari per discutere di Manuel Marras. Il trottolino nativo di Genova non rientra nei piani del ds Polito.

L’uomo mercato dei lupi è pronto a ridiscutere le condizioni del prestito con la società pugliese o tentare di acquisire il cartellino. Nessuna possibilità invece di trattenere Marco Brescianini. Il Milan ha in mente altri progetti per il ragazzo. Vale a dire farlo crescere in prestito in una società di Serie A. A tal proposito Cremonese, Bologna ed Empoli hanno chiesto più di un’informazione.

Possibile invece il ritorno in terra bruzia di Marco Nasti. La società rossonera vuole fare maturare il ragazzo con un altro anno di esperienza in Serie B. Palermo, Catanzaro e Cosenza sono già in fila. Alla fine conterà la volontà del classe 2003 che è molto legato ai colori rossoblù.