Massimo Zilli (foto Francesco Farina)
Massimo Zilli (foto Francesco Farina)

Giunta ai titoli di coda l’esperienza di Massimo Zilli con la maglia del Cosenza. Se si tratterà di un addio o un arrivederci, sarà il tempo a dirlo.

Nel frattempo il lungagnone scovato dal responsabile del settore giovanile Sergio Mezzina e passato per la Primavera rossoblù prima di venire aggregato alla prima squadra, si trasferirà alla Spal. Con gli estensi, sprofondati in piena zona playout nel campionato di Serie C, giocherà la seconda parte di stagione. La formula dell’operazione dovrebbe essere quella del prestito con diritto di riscatto.

Zilli festeggiato dai compagni dopo il gol all'Ascoli (foto Mannarino)
Zilli festeggiato dai compagni dopo il gol all’Ascoli (foto Mannarino)

Zilli, nell’estate del 2022, sulla spinta dell’exploit della parte conclusiva del campionato, aveva firmato un contratto triennale con il sodalizio bruzio. Doveva spaccare il mondo, le premesse per una carriera in crescendo c’erano tutte. Col trascorrere delle giornate però il classe 2002 ha deluso le attese, trovando poco spazio sia con Dionigi che con William Viali. Lo score con cui chiude il campionato ’22/’23, il primo interamente trascorso in prima squadra, è negativo. Nessun gol in 32 presenze.

Torna a gonfiare le rete nella gara di esordio della stagione in corso, quella casalinga con l’Ascoli. È suo il tap in sulla corta respinta di Viviani che vale il definitivo 3-0 del Cosenza. Un fuoco di paglia però, perché nelle successive giornate Zilli scivola indietro nelle gerarchie offensive di mister Caserta.

Proverà a rilanciarsi alla Spal, che conta sul suo apporto per tirarsi fuori dalle sabbie mobili della bassa classifica. Potrebbe non essere l’unico innesto in attacco per i ferraresi. Mister Colucci infatti vorrebbe affiancargli un profilo più esperto: si fa anche il nome di Andrea La Mantia.

Entra nel nuovo canale Whatsapp de Il Dot