Reggiana-Cosenza (foto pagina Facebook Cosenza Calcio)
Reggiana-Cosenza (foto pagina Facebook Cosenza Calcio)

E’ appena terminata la sfida al “Mapei Stadium” tra i padroni di casa della Reggiana e il Cosenza. Gara valevole per la 34ª giornata del campionato di Serie BKT. La squadra di Viali vince con merito per 4-0 e fa un passo forse decisivo verso la salvezza. Tutino sempre più leader e bomber della compagine bruzia. D’Orazio e una doppietta di Forte nel finale i marcatori della contesa.

REGGIANA-COSENZA, CRONACA DEL MATCH

Rispetto alle formazioni annunciate alla vigilia Nesta sceglie Antiste e non Gondo come terminale offensivo, appoggiato da Okwonkwo. Nel Cosenza Viali sceglie Mazzocchi come spalla di bomber Tutino.

Pronti, via e i lupi passano subito in vantaggio: cioccolatino confezionato da Tutino per D’Orazio che di testa fa secco Satalino. Cosenza in vantaggio dopo solo sei minuti. Primo gol stagionale per il capitano rossoblù. Antonucci al 13′ sfiora in ripartenza la rete del raddoppio. La Reggiana è costretta a sostituire Sampirisi per infortunio, al suo posto entra Romagna. Nelle fasi finali del primo tempo palo clamoroso di Tutino. L’azione procede e il centravanti partenopeo fa impazzire il settore ospiti con una perla di rara bellezza che vale il gol del raddoppio! Il Cosenza chiude meritatamente la prima frazione di gioco con due reti di vantaggio.

SECONDO TEMPO

Nei padroni di casa entra subito Gondo per Antiste. Tiro di Zuccon al cinquantesimo che scalda i guantoni a Satalino. Anche Meroni va vicino alla marcatura personale di testa su calcio d’angolo. Entrano Portanova e Pajac per Melegoni e Pierangolo. Proprio i nuovi entrati con tiri dalla distanza provano a impensierire Micai. Nei lupi fuori Antonucci e Zuccon per Voca e Praszelik. Subito ammonito il kossovaro che era in diffida e salterà la prossima partita. Paratona di Micai su Gondo al minuto 72.

C’è spazio anche per Frabotta e Forte al posto di D’Orazio e Tutino. Proprio lo Squalo timbra il cartellino, ben due volte: 0-4 e vittoria in cassaforte. Finisce così con l’apoteosi della squadra calabrese.

Entra nel nuovo canale Whatsapp de Il Dot