Le pagelle di Cosenza-Ternana

MICAI 7 Reattivo sia nelle uscite che nei pali. C’è anche la sua firma su una partita che si poteva vincere, ma che senza i suoi interventi si poteva anche perdere. Certezza

RISPOLI 6 Non ripete la prestazione fornita contro il Parma. Soffre il giusto ma spinge poco. Chiaroscuro

RIGIONE 6,5 Prestazione solida. Cresce di intensità nel secondo tempo. Mostra di essere in un buon momento di forma. Leader

VAISANEN 7 Una diga in difesa. Sfiora anche il vantaggio in due occasioni. In una è solo il palo a negargli la gioia del gol. Per il resto sbaglia poco o nulla. Migliore in campo

D’ORAZIO 6,5 Grande grinta e solidità. Esce per un problema muscolare. La fascia sinistra è tornata in buone mani. Certezza

VOCA 5,5 Fin quando resta in campo non risparmia botte e sudore. Un problema fisico lo costringe ad uscire anzitempo. Sfortunato

CALO’ 6 Torna in campo dopo un lungo infortunio. Già questa è una buona notizia. Non ancora al meglio e si vede ma il centrocampo del Cosenza non può fare a meno delle sue geometrie. Essenziale

BRESCIANINI 5,5 Qualche passo indietro rispetto alla prova con il Parma. Spreca alcune ripartenze sbagliando i tempi di gioco. Insicuro

MARRAS 6+ Meno incisivo rispetto a sette giorni fa ma è prezioso anche in ripiegamento. Corre tanto ma perde molte volte la lucidità dell’ultimo passaggio. Motorino

NASTI 6 Lotta e sgomita in ogni duello. Non riesce mai a tirare in porta, ma la sua crescita è sotto gli occhi di tutti. Deve trovare il coraggio di “vedere” di più la porta. L’impegno però non manca. In crescita

FINOTTO 6 Attaccante atipico che fa del movimento la sua principale caratteristica. Sbaglia spesso la scelta negli ultimi centimetri ma dà davvero tutto fin quando ne ha.  Cuor di leone

Mauro Zarate (foto Farina)
Mauro Zarate (foto Farina)

DALLA PANCHINA DEL COSENZA

PRASZELIK 6+ Un’altra prestazione positiva per il giovane polacco che cresce in personalità, mostrando doti che potranno essere utili nel prosieguo della stagione. Il ragazzo si farà

DELIC 5,5 Un pesce fuor d’acqua. Ha buon fisico ma non riesce ad incidere né a vincere duelli. Stecca la prima ma potrà rifarsi. Da attendere

LA VARDERA 6,5 Entra con compiti difensivi e dimostra di avere gamba. Approccio giusto

ZARATE 6 La palla resta attaccata ai piedi. La condizione atletica non è ancora al top. Cerca di far salire la squadra guadagnandosi punizioni. In parte ci riesce. Benvenuto Maurito

AGOSTINELLI 6 Sufficienza d’incoraggiamento, anche per un buon salvataggio nel concitato finale. Reattivo

All. VIALI 6,5 Ripetere la gara con il Parma avrebbe voluto dire sei punti in due partite. Comunque il Cosenza c’è. Crede di più nei suoi mezzi e soprattutto incassa il secondo clean sheet consecutivo. Partita equilibrata che i due pali avrebbero potuto indirizzare in modo decisivo verso una delle due squadre. Tante defezioni anche durante la gara che cambiano i piani tattici della vigilia ma non scalfiscono la buona prestazione di un gruppo che sembra aver ritrovato, nel deserto della contestazione a Guarascio, solide motivazioni e speranze salvezza. Ci crede