Sinner epico, sotto 2-0 con Medvedev rimonta e vince l'Australian Open

Jannik Sinner è nella storia. Conquista a 22 anni il suo primo titolo dello slam, il primo di un tennista italiano agli Australian Open battendo in cinque set Daniil Medvedev con il risultato di 3-6 3-6 6-4 6-4 6-3.

LA CRONACA DEL MATCH

Un Sinner insolitamente timido e contratto cede il primo set a Medvedev 6-3 in appena 37 minuti. A Jannik riesce poco e nulla, soffre il ritmo imposto dal russo, evidentemente più abituato a giocare la finale di uno slam. È la sesta della sua carriera, la terza dell’Australian Open.

La gioia di Jannik Sinner
La gioia di Jannik Sinner

Le difficoltà non svaniscono ad inizio secondo set. L’azzurro, già al primo gioco, è costretto ad annullare quattro palle break. Non gli riesce al quarto game e Medvedev va avanti 3-1. Quando tutto sembra scritto, sul 5-1, l’altoatesino ha un sussulto d’orgoglio e prova a riportarsi sotto. È troppo tardi però e il numero 3 del mondo chiude con lo stesso parziale del primo set. Ora c’è una montagna da scalare.

C’è maggior equilibrio nel terzo set. Al momento giusto Sinner sferra il colpo ferale, sfruttando l’unica palla break del set e aggiudicandosi il terzo parziale 6-4. Il copione si ripete anche nel quarto set. Jannik strappa nuovamente il servizio all’avversario al decimo gioco e pareggia i conti. L’Australian Open 2024 si decida al quinto set.

Medvedev è in chiaro affanno, Sinner lo sa, spinge sull’acceleratore, completa e rimonta e impresa. È campione a Melbourne, il suo primo slam, che è anche il primo slam vinto da un italiano 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta al Roland Garros 1976.

Entra nel nuovo canale Whatsapp de Il Dot